Browsing "creatività"

SONO SU DONNA TRENDY !!!

http://hobby.donnatrendy.com/riciclo-creativo-plastica-collane-da-bottiglie/2302/

 

 

Riciclo creativo plastica: collane da bottiglie


Pubblicato il 4/10/2011 in: Bijoux,Riciclare,Riciclare plastica

 
collane create con bottiglie di plastica
 
 
 

Un buon metodo per realizzare oggetti fai da te è il riciclo creativo che ci consente di sfruttare gli oggetti e il materiale che troviamo in casa senza dover andare per negozi.

Avrete forse già sentito parlare di creative che usano la plastica, per realizzare bellissime opere ma, in particolare, è interessantissimo vedere come con la plastica delle bottiglie si possano creare dei bellissimi bijoux.

Prendiamo in questa occasione come esempio le collane realizzate con la plastica delle bottiglie.

Usando la plastica avremo a disposizione una quantità incredibile di materiale, con colori interessanti e tante possibilità di assemblaggio.

Un esempio di riciclo creativo molto interessante e originale è rappresentato dai lavori di Laura Tani in arte Strampalaura che nel suo blog mostra tantissime creazioni degne di nota.

Le collane di Strampalaura sono “creature” uniche che hanno una propria vita, e questo si sente. Sono tutte o quasi realizzate con tecnica mista e sono dei piccoli capolavori da portare al collo.

Noi piccole pasticcione possiamo ispirarci a creative di questo calibro e cercare di trovare il nostro modo di reinterpretare un’idea originale.

Provate allora a tagluzzare una bottiglia e con un pò d’ingegno a realizzare una collana fatta di scaglie di luci trasparenti, oppure create un ciondolo imitando un fiore.

Con un pò di impegno e buona volontà riuscirete a realizzare un piccolo gioiello da legare al collo e da sfoggiare nei giorni di sole o per rallegrare le giornate più uggiose.

Fonti : Fotoblog di Strampalaura

 

 
collane create con bottiglie di plasticacollane create con bottiglie di plasticacollane create con bottiglie di plasticacollane create con bottiglie di plasticacollane create con bottiglie di plastica

 

 

Mar 8, 2010 - creatività    1 Comment

PREPARIAMO LE UOVA DI PASQUA

 

 

Per festeggiare allegramente la Pasqua in tavola non devono mai mancare le uova meglio se colorate con tinture naturali. Esiste una pratica molto diffusa ed estremamente facile che trasforma i gusci delle uova in vere e proprie opere d’arte utilizzando ingredienti naturali come la frutta e la verdura. Facendo bollire l’uovo insieme ad un determinato ortaggio, frutto o spezie otterrai un preciso colore: 

  • uova gialle con curcuma, zafferano o cipolle gialle;
  • uova rosa scuro con barbabietole, ciliegie, mirtilli o karkadè ;
  • uova verde chiaro dagli spinaci freschi o dalle erbe verdi mentre uova verde-oliva si ottengono dalle bucce di cipolla rossa che reagiscono chimicamente con l’aceto;
  • uova blu dal cavolo rosso;
  • uova viola con il succo d’uva;
  • uova marrone dal caffè, dal tè o dai semi di cumino.

 

Per ottenere delle colorate e commestibili uova pasquali servono delle uova fresche, allume in polvere, aceto bianco, spezie, frutta o verdura a seconda della colorazione desiderata.

 

PROCEDIMENTO (per ogni singola colorazione): riempi una pentola d’acqua capace di contenere l’ingrediente e le uova che devi colorare. Aggiungi nell’acqua la verdura, la frutta o le spezie desiderate (circa due tazze di prodotto). Fai bollire per mezz’ora dopo avere aggiunto nell’acqua due cucchiaini di polvere di allume (un solo cucchiaio se stai facendo bollire delle bucce di cipolla). Fai raffreddare leggermente il liquido, altrimenti i gusci si rompono, rimetti il pentolino sul fuoco ed aggiungi due cucchiai di aceto bianco e le uova. A questo punto riduci il calore e cuoci per circa 10-15 minuti poi lascia raffreddare le uova nel liquido. In caso tu voglia una tonalità di colore più accesa puoi lasciare le uova immerse nel liquido per circa 8 ore in frigorifero (non di più in quanto l’aceto sgretolerebbe il guscio). Nel caso del tè o del karkadè prepara un’infusione molto concentrata (meglio se il tè è sciolto e non in bustine) e lascia l’uovo nel liquido per 6-8 ore.

 


Per ottenere dei disegni particolari puoi ricoprire parte del guscio con dello spago, le parti coperte non verranno                             colorate durante la bollitura ed avrai così realizzato dei disegni particolari. Una volta che le uova si sono asciugate puoi applicare dei fiorellini o delle piccole farfalle, ottenute tagliando della carta velina colorata, ed applicarle al guscio con del miele (basta una piccola goccia). Non mettere mai la colla direttamente sul guscio in quando le sostanze nocive verranno assorbite dal guscio che è poroso. 
eggsclose2.jpg


Lo stesso procedimento si può fare con il guscio svuotato, per fare ciò basta praticare, con un grosso ago, due fori sui due poli opposti dell’uovo e soffiare per fare uscire il contenuto. Riempi il guscio con acqua e aceto aiutandoti con una siringa e lava esternamente l’uovo con la stessa soluzione, poi svuota completamente il guscio e lascia asciugare l’uovo prima di immergerlo nell’acqua colorata.

 

L’uovo può anche essere ricoperto di cioccolato per farlo basta sciogliere delle tavolette a bagnomaria e spennellare il composto sul guscio. Dopo averlo fatto asciugare poi decorare l’uovo con della glassa o con le ‘matite’ contenenti gel alimentari colorati (quelle nate per scrivere sulle torte di compleanno).

 

Puoi utilizzare le uova per creare un allegro centrotavola è sufficiente rivestire una ciotola o un piatto con della carta argentata e ritagliare due grandi cerchi colorati (meglio se di colore diverso) di carta velina o crespa da porre uno sotto e l’altro dentro al recipiente. Aggiungi le uova e se vuoi anche della paglia ottenuta dalla carta crespa tagliata a striscioline (gialla o con un colore che contrasti con le uova colorata), poi incolla una piccola farfalla o qualche pulcino.

 

I gusci colorati possono essere appesi ad un ramo fiorito (vero o finto) basta infilare un nastrino di raso nel buco praticato sul guscio oppure incollarlo con del bi-adesivo. Sul guscio puoi incollare delle figure tramite la tecnica dello stencil (in questo caso ricordati di fare dei piccoli tagli sull’immagine sempre seguendo in disegno in modo da farla aderire meglio alla rotondità dell’uovo) oppure applicare delle figure adesive a tema pasquale.

Puoi decidere di vestire le uova trasformandole in piccoli coniglietti, pulcini o galli basta applicare sul guscio degli occhi già pronti (li trovi nei negozi di bricolage), nasi, orecchie e bocca preparati con la carta colorata o piccoli pezzetti ricavati dai panni da cucina.

 

Un uovo può diventare anche un simpatico segnaposto, basta aggiungere un cestino di carta plissettata (quello utilizzato per mettere le pastine) bianco o colorato ed incollare al guscio un piccolo fiore di carta attaccato ad uno stuzzicadenti sul quale avrai scritto il nome dell’invitato.

 



Gen 23, 2010 - creatività    3 Comments

BARATTO/REGALO/CREATIVO

Ciao!

Ho pensato di creare un evento su FACEBOOK per la festa dell’8 marzo,

chi è interessato trova tutte le super facili informazioni nel gruppo

CREATIVI NEL MONDO DI STRAMPALAURA.

In breve si tratta di fare una creazione a tema femminile e di scambiarla con uno dei partecipanti che la richiederà.

CHI ADERISCE?creativi.jpg

Gen 22, 2010 - creatività    2 Comments

ADORO I CREATIVI…

4abito.jpg

3abito.jpg

1 abito.jpg

2 abito.jpg

DALLA CREATIVA ERICA PASINATO 

(erichetta87@yahoo.it)

ecco a voi un abito realizzato con

filo elettrico nero,

velcro

e fascette per elettricisti…

abito a strascico 

 da guardare non da indossare!
questo abito è stato indossato ad una sfilata fatta a

Venezia come evento collaterale della Biennale d’arte

Ott 20, 2009 - creatività    6 Comments

PIAN PIANO, UN PASSO ALLA VOLTA

Forse le cose cominciano a girare per il verso giusto?

La redazione di myblog mi ha informato che farà un post sulla mia Collezione Strampalaura,

QUI leggete il commento che ho ricevuto, 

e la rivista ELLE mi ha contattato per fotografare una mia borsa.

Va bene che le pubblicazioni non danno da mangiare,

ma vuoi mettere la soddisfazione?

Incrocio le dita…

1.jpg