SASSI E IDEE

sassi
Tutte e tre hanno in comune delle scritte, o degli adorabili disegni nel caso della nr. 2 al centro. Un bel metodo per usufruire di Madrenatura e regalare una frase dolce alla nostra migliore amica, o raggruppare tanti ricordi in un vecchio vaso di vetro che non sapevamo cosa farcene. Altrettanto meravigliosa è l’idea che questa copia di sposini ha avuto per il loro matrimonio: far lasciare dei commenti dagli invitati usufruendo di piccoli sassolini bianchi. Un bel ricordo che arricchirà il vostro futuro anniversario.
Feb 3, 2017 - fiori    No Comments

kokedama

2 3 4 5 6 7 8 9Preparazione dei materiali

Prepara tutti i materiali per realizzare un kokedama.

Per iniziare, scegli una pianta piccola che non abbia bisogno della luce diretta (ad esempio, una pianta grassa o delle erbe aromatiche).

La scelta del terriccio è fondamentale: dev’essere argilloso! Puoi acquistare una terra argillosa giapponese che viene utilizzata per i bonsai, l’Akadama.

Preparazione del terriccio

Utilizzando un recipiente di medie dimensioni, aggiungi terriccio e acqua.

All’impasto aggiungi una manciata di akadama, che consentirà un drenaggio perfetto.

 

Creare una palla di terriccio

Plasma il terriccio bagnato fino a ottenere una palla.

La dimensione deve essere abbastanza grande per poter contenere le radici della nostra pianta.

Inserire la pianta nel terriccio

Estrai la piantina dal vaso.

Con delicatezza, libera le radici dal terriccio, avendo cura di non rovinarle. Se troppo lunghe, puoi tagliare con una forbice gli apici: questo stimolerà la piantina a formare radici nuove e più forti.

Con un dito scava nella palla di terriccio, fino a creare un buco abbastanza grande per le radici. Non importa se la palla si rovina un po’, la potrai rimodellare con la pianta inserita.

Infila le radici della pianta nel buco e correggi eventuali imperfezioni della pianta.

Ricoprire la pianta con il muschio

Stendi il muschio sotto la pianta, quindi chiudi la pianta nel muschio, senza metterne in eccesso. È necessario un giro solo.

Fissare con lo spago

Partendo da un punto alto, gira con lo spago intorno alla pianta, avendo cura di compiere tutta la circonferenza, dal basso verso l’alto e viceversa. Non stringere troppo e non esagerare con lo spago, che va letteralmente a soffocare il muschio.

Fai quindi un nodo doppio, una volta terminato di circondare la pianta.

Il Kokedama è pronto: non ti resta che appenderlo! Ricordati di vaporizzarlo con acqua, soprattutto d’estate.

1

Pagine:«1234567...85»