Browsing "Senza categoria"
Mag 30, 2013 - Senza categoria    No Comments

Maglia e Uncinetto: Gli antipolvere a punto pelliccia

 

GLI ANTIPOLVERE
Le idee di maglia entrano anche in cucina per portarvi funzionalità e allegria. Realizzati a punto pelliccia, il guanto, il copriscopa e il piumino sono gli accessori ideali per spolverare.

GUANTO
Occorrente

  • g 50 di lana Sport di tutti i colori, da usarsi doppia;
  • ferri n° 5 e n° 5 1/2.

Punti impiegati

  • Punto pelliccia.
  • Punto legaccio.
  • Coste 1/1.

Esecuzione
Coi ferri n° 5 avv. 30 m. e lav. a coste 1/1 per cm 6.
Con i ferri n° 5 1/2 proseguite la lavorazione a punto pelliccia per 24 ferri (alternate un f. a p. legaccio e uno a p. pelliccia), cambiando sempre i colori.
Quindi, sempre con lo stesso punto, iniziate l’arrotondamento: dim. 1 m. all’inizio, 2 m. al centro, lavorando insieme le 3 m. centrali, 1 m. al termine del f. Rip. queste dim. ogni 4 f. finché rimangono 18 m. che intreccerete in una sola volta. Ripiegate il guanto con le parti diritte combacianti e cucite con il punto sopraggitto.

COPRISCOPA
Occorrente

  • g 100 di lana Sport di tutti i colori, da usarsi doppia;
  • ferri n° 5 1/2;
  • uncinetto n° 5.

Punti impiegati

  • Punto pelliccia.
  • Punto legaccio.
  • Maglia bassa.
  • Maglia alta.

Esecuzione
Avviate 100 m. e lav. a legaccio per 12 f. Proseguite la lavorazione a punto pelliccia per 20 ferri (alternate un ferro a punto legaccio e uno a punto pelliccia), cambiando sempre i colori della lana. Piegate il pezzo in due, con i diritti combacianti, e chiudete il fondo e il iato corto. Rifinite l’apertura a punto legaccio con uno smerlo all’ uncinetto: un giro di m. b. tutt’intorno, poi * 1 m. a., 3 cat, saltate 3 m. di base *.
Rip. da * a * per tutto il giro. Eseguite un cordoncino a maglia catenella e infilatelo nel passanastro, stringendolo poi intorno alia scopa.

PIUMINO
Occorrente

  • g 50 di lana Sport di tutti i colori, da usarsi doppia;
  • ferri n° 5 1/2;
  • uncinetto n° 5.

Punti impiegati

  • Punto legaccio.
  • Punto pelliccia.
  • Maglia bassa.
  • Maglia alta.

Esecuzione
Avviate 25 m. e lav. a legaccio per 4 f. Proseguite la lavorazione a punto pelliccia per 52 f. (alternate un ferro a punto legaccio e uno a punto pelliccia), cambiando i colori.
Lav. un ultimo f. prendendo le m. a due a due in modo da dimezzarne il numero. Intrecciate le m. rimaste, piegate in due il lavoro e cucitelo sui due lati. Rifinite il lavoro con un giro a m. b. e poi: * 1 m. a., 3 cat, saltate 3 m. di base *. Rip. da * a *. Fate un cordoncino a punto catenella e infilatelo nel passanastro.

—————————————————————

 PUNTO ELLICCIA

 http://digilander.libero.it/MarcellaMaglie2/pelliccia2.htm

http://digilander.libero.it/MarcellaMaglie2/pelliccia1.htm

 

 

Ago 24, 2012 - Senza categoria    No Comments

Una bandiera Unesco tutta fatta a mano

http://blog.leiweb.it/hobby-e-casa/2012/06/08/una-bandiera-unesco-tutta-fatta-a-mano/

© Knitting Relay

Knitting Relay è un blog dedicato ai lavori a maglia collettivi, opere di più persone che lavorano su un medesimo manufatto facendolo viaggiare di mano in mano per l’Italia o, come in questo caso, raccogliendo in un unico punto le varie parti di un progetto. La nuova iniziativa di Knitting Relay viene proposta in occasione della giornata Unesco al MIC (Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza) il 7 ottobre 2012.

L’obbiettivo è realizzare una bandiera blu come quella Unesco, attraverso l’assemblaggio degli elaborati fatti a maglia e spediti al museo dai fans (e non) di Knitting Relay. È possibile partecipare all’iniziativa in due modi: realizzando parti della bandiera da casa e spedendole al museo, o assemblando i vari quadrati in sede.

Chi parteciperà realizzando i quadrati, farà uno o più pezzi di 20 x 20 cm o 40 x 40 cm, di colore blu (in tutte le sue sfumature, azzurro, turchese, ecc) e dei fiori bianchi di diverse dimensioni, purché non superino i 12 cm diametro, con le tecniche della maglia (dell’uncinetto, del cucito, del feltro e così via) e invierà i campioni realizzati entro il 30 settembre al Museo (Museo Internazionale delle Ceramiche, Laboratorio giocare con l’arte – knitting relay, C.so Baccarini 19, 48018, Faenza, RA).

Le partecipanti al workshop nella sede del museo, invece, assembleranno i quadrati il 7 ottobre.

Nulla vieta di partecipare a entrambe le fasi della realizzazione della bandiera, naturalmente.

L’ ingresso al workshop di assemblaggio sarà gratuito e, per l’occasione, è previsto un laboratorio apposito per i bambini.

Le organizzatrici dell’evento ricordano di allegare al campione inviato un foglio riportante i propri dati: nome, cognome, città e, volendo, sito, blog o pagina Facebook.

Nov 13, 2011 - Senza categoria    1 Comment

UNO SGUARDO SINISTRO…

latte2.jpglatte3.jpgRICICLOlatte4.jpgLA MIA DOLCE/AMARA META’ MI GUARDA MALE CON UN OCCHIO E COMPASSIONEVOLE CON L’ALTRO, SAPETE PERCHE’?

PERCHE’ NON BUTTO NULLA!

I MIEI OCCHI VEDONO TUTTO QUELLO DESTINATO AL BIDONE DELLA SPAZZATURA IN MATERIALE POTENZIALMENTE RICICLABILE.

NON E’ COLPA MIA…

STAVOLTA E’ COLPA DI LINEE CURVE E DELLA SUA INIZIATIVA!

 http://lelineecurve.blogspot.com/2011/11/la-settimana-per-la-riduzione-dei.html

ORA DIRO’ AL MIO DOLCE/AMARO DI GUARDARE MALE LEI…

🙂

 

 

Ott 13, 2011 - Senza categoria    2 Comments

MI SCRIVE MATILDE LERRO…

013.jpg030.jpgCiao Laura, 040.jpg039.jpg
questi sono lavoretti che ho fatto per mia figlia, il vestitino è in lana “Filpucci” con i ferri 4 è fatta la costina a 1m dr, e 1 m rov, poi con i ferri 5 maglia rasata.
Il piccolo scaldacollo è fatto con il “Tricottin” 🙂 uno spasso davvero, e per la sciarpetta, ho trovato al mercatino un filato millecolori, in più ho aggiunto un “frou-frou” e relativo fiorellino!
Ancora grazie!
 
Un baciotto! buona giornata!
Set 6, 2010 - Senza categoria    4 Comments

PARENTESI ROSA

ORA MI TROVATE ANCHE QUI

Creare bijoux riciclando: Strampalaura
contributo | Laura Tani
| Creare & Decorare | Moda & Tendenze | 

FOTO. Strampalaura2.jpg

Mi chiamo Laura e sono nata con la mania di creare, probabilmente come tutte le pazze creative del mondo intero, poi, “invecchiando”, ho sentito il desiderio di distinguerrmi maggiormente ed ho incominciato a vedere in tutti i disparati materiali la possibilità di trasformarli in collane, o borse, o altro.

 

Mi piaceva l’idea del riciclo artistico, anche se sono consapevole che le mie creazioni forse escono troppo dalla classicità e perciò dalla portabilità, se non da persone che osano. Utilizzo di tutto, plastica modellata a fuoco, carta, corteccia, sassi, stoffa, lana, cotone, bottoni, ecc. ecc.

 

L’ispirazione mi viene sia dal materiale che mi trovo tra le mani, sia dal mondo esterno, ma spiegare come nasce un’ispirazione mi risulta alquanto difficile: è come un flash! Spesso però inizio solo con una vaga idea, poi la collana nasce da sola, io devo solo assecondare i materiali che sto usando in quel momento.

Infine mi piace utilizzare l’uncinetto, altra mia vecchia passione, per rendere ancora più unico quello che unico già è. Trovo coraggiosa la persona che indossa le mie collane, ma di sicuro ha un capo unico al mondo. Inoltre aiuta a rendere più pulito il mondo, con i miei gioielli “riciclosi”.

Ciao da Strampalaura

Pagine:«1234567»