nov 18, 2016 - Senza categoria    No Comments

LA LAMPADINA AUTOPRODOTTA CHE ILLUMINA GRATIS CAPANNI, BUNGALOW, CASETTE DA GIARDINO E CUCCE

 

Un ingegnoso quanto semplice sistema alla portata di tutti per illuminare gratis una stanza con una bottiglia e dell’acqua. Arriva dalle favelas questo sistema di illuminazione a impatto zero.

lampadina, lampadina dei poveri, bottiglia, capanno, garage, casetta legno

Un sistema ingegnoso quanto semplice, realizzato da un umile meccanico che vive in una favela, Alfredo Moser, diventa utile anche per noi se vogliamo illuminare gratis un capanno in giardino, un bungalow, la classica casetta da giardino o… la cuccia del cane, che non sempre è apribile da sopra e a volte proprio difficile da pulire bene!
Ovviamente ci sono sistemi di illuminazione senza fili, a energia solare, come quelli che sfruttano un piccolo pannello esterno che alimenta un led all’interno. I costi per questi prodotti vanno dai 50 ai 100 euro e più. Ma è possibile realizzare qualcosa di completamente gratis riciclando poche cose che abbiamo in casa.

L’idea di Alfredo Moser è stata quella di utilizzare la luce solare e l’acqua per diffondere luce all’interno di baracche in lamiera senza finestre. Illumina molto di più di un semplice foro e non lascia passare la pioggia o il freddo. Nel video sotto si vede bene la differenza e quanto può illuminare un piccolo sistema come questo. Il sistema si può sfruttare facilmente per tutte quelle situazioni in cui la spesa di un led a energia solare o di un impianto sarebbero troppo, oppure in situazioni di emergenza o provvisorie.

lampadina, lampadina dei poveri, bottiglia, capanno, garage, casetta legno, cuccia cane, tetto

Servono pochi elementi, tutti riciclati:

  • 1 bottiglia di vetro con tappo, per rendere facili i successivi riempimenti e la pulizia (Nel video si utilizzano bottiglie di plastica. Noi suggeriamo di usare il vetro, sia per durata che possibilità di lavaggio facile. Ovviamente nel video data la situazione utilizzano quello che trovano. La plastica però, scaldandosi, può deformarsi o emettere sostanze nocive, anche se in proporzioni del tutto trascurabili. Meglio il vetro per la nostra lampadina autoprodotta! )
  • 1 pezzo di lamiera di recupero (o altro materiale consono rispetto alla copertura su cui la porrete)
  • sigillante a scelta (si può usare silicone, stucco idrorepellente ecc.)
  • acqua
  • 1 cucchiaio di ipoclorito di sodio (cioè candeggina, per evitare la formazione di alghe nell’acqua stagnante)

Idee di Natale: angioletti di pasta

Un’idea semplice e molto carina per Natale? Dei simpatici angioletti fatti di pasta, con cui rallegrare pacchetti e biglietti di auguri, oppure da utilizzare come segnaposto per la vostra tavola, o ancora come decorazioni da appendere al vostro albero di Natale!

Ecco quello che occorre:
Pasta del tipo “farfalle”
Colori a tempera o smalti
Eventuali brillantini
Perline di media dimensione
Filo colorato
Colla (meglio se a caldo)
Forbici

angioletti

Vediamo quindi le istruzioni per realizzare un angioletto di pasta:

Prendete una unità di pasta del tipo “farfalla” e tenetela da parte. Sarà le ali del vostro angioletto.
Prendetene un’altra e spezzatela a metà. Se avete difficoltà, un metodo per spezzarla facilmente senza romperla, è quella di poggiare la punta di un coltello sulla parte centrale e dare un colpetto secco sul manico.
Una delle due metà non vi servirà (potete tenerla per un altro angioletto), l’altra metà sarà il corpo del vostro angioletto.

Incollate quindi le due parti come in foto, in modo da formare il corpo completo di ali (la parte tagliata va incollata al centro della farfalla integra).
Scegliete ora i colori che più vi piacciono e decorate l’intera superficie. Per questa operazione, potete utilizzare sia tempere che smalti.
Lasciate asciugare.

Tagliate un pezzo di filo colorato e fatene un fiocchetto.
Incollatelo quindi sul punto di unione tra il corpo e le ali, in posizione centrale.

Prendete infine una perlina proporzionata al corpo dell’angioletto e incollatela in modo che faccia da testa. Se la perlina è forata, potete inserire un filo dorato o di altro colore a fare da aureola.
A questo punto, potete incollare un altro nastrino sul retro dall’angioletto, in modo da poterlo appendere.

La vostra decorazione fai da te di Natale è ora pronta per abbellire pacchetti regalo, la vostra casa, oppure per essere appesa sul vostro albero di Natale!

ott 28, 2016 - Senza categoria    No Comments

Come fare le patatine nel microonde

Oggi vi propongo un metodo per preparare delle ottime patatine fritte… identiche a quelle in commercio ma più sane ed economiche!
Servono solo:

  • un forno a microonde,
  • un disco di carta forno,
  • patate
  • sale
  • spezie (facoltativo)
    patatine nel microondeProcedimentoTagliare una patata media con la mandolina, tamponare le fette per asciugarle con un panno da cucina, e disporle sul disco di carta forno. Spolverizzare con sale e spezie a piacere. Inserirle nel forno per 6 minuti a 600W più un 1 alla massima potenza.
    I tempi sono indicativi, variano da forno a forno, con poche prove sarete in grado di stabilire perfettamente i tempi adatti al vostro.Con un po’ di fantasia si possono avere patatine per tutti i gusti. Io le ho provate classiche con sale integrale, con prezzemolo e aneto, pepe e limone, paprica, curry e aceto balsamico. Sconsiglio invece origano e rosmarino, che danno un retrogusto amarognolo non molto gradevole.
    Se vi piace un aroma diverso, munitevi di un nebulizzatore per condimenti, ce ne sono in vendita a pochi euro, da utilizzare con limone o aceto balsamico.

    La spesa per un chilo di patate va da 1 a 2,50 euro al chilo, lo stesso, circa, di un sacchetto di patatine fritte da 200 grammi. Ma sapete quante ne bastano per fare un sacchetto da 200 grammi? Una sola patata grande o due piccole!
    Calcolando una porzione media (un sacchetto da 200 grammi) e l’energia elettrica necessarie, abbiamo il nostro ‘sacchetto di patatine’ con solo 0,35 euro!


set 16, 2016 - Senza categoria    No Comments

Magnetini e puntine

 

Potrete trasformare i vostri tappi di bottiglia in magnetini per decorare il frigorifero o in puntine per la vostra bacheca. Potrete infatti posizionare sul retro di ogni tappo una piccola calamita o una puntina da disegno. Ogni tappo è personalizzabile rivestendolo con degli adesivi o con delle immagini ritagliate dalle pagine delle vecchie riviste.

tappi di bottiglia magnetini 2

 

tappi di bottiglia magnetini 1

Pagine:1234567...82»