Browsing "riciclare"
Gen 22, 2016 - carta, riciclare    No Comments

Come Realizzare Un Gomitolo Di Carta

Come Realizzare Un Gomitolo Di Carta

La carta di giornale è uno dei materiali più gettonati per il riciclo. Essa si presta molto bene alla realizzazione di migliaia di oggetti e di idee originali, uniche, simpatiche e a volte perché no anche molto utili. Ecco quindi una idea per realizzare qualsiasi cosa vi detta la vostra creatività, con un gomitolo di carta. Ma andiamo a vedere come….
Prima di tutto sarà necessario che vi muniate di una serie di fogli di giornale, successivamente metteteli singolarmente davanti a voi come se lo stesse leggendo, quindi una volta posizionato in questo modo procedete a tagliarlo in cinque fasce orizzontali, ricordandovi di ottenerle tutte e cinque della medesima misura. Dopo avere ritagliato tutti i fogli a disposizione, sistemateli uno sopra all’altro in maniera del tutto ordinata. Prendete adesso il primo foglio e cominciate da un angolo ad arrotolarlo su se stesso, ovviamente mentre il foglio è appoggiato sul tavolo di lavoro. Cercate di aggomitolarlo il più compatto possibile, fino a farlo diventare un sottile “filo di carta”. Arrivato a un quarto dalla fine, ricordatevi di appoggiare il secondo foglio su di esso. A questo punto, continuate non vi resta che arrotolare il primo foglio fino alla fine. Nello stesso tempo il secondo foglio sarà stato “travolto” dal primo foglio e, automaticamente verrà arrotolato anch’esso insieme al primo. Procedete alla stessa maniera con tutti i fogli che avete a disposizione: arrivati a un quarto dalla fine del foglio, appoggiate il terzo foglio, e così via. Nel frattempo, procedete anche ad aggomitolare la coda che man mano diventa sempre più lunga e più grande. Una volta terminati tutti i fogli che avete precedentemente ritagliato, avrete realizzato un bellissimo gomitolo di carta di giornale da riciclo, che potete adoperare come meglio credete, dando libero sfogo alla vostra creatività. Per esempio, lo si potrebbe avvolgere su una bottiglia e realizzare una sorta di copertura simile alla paglia! In realtà si tratta di un lavoretto molto semplice, che può essere effettuato a mano in modo del tutto semplice, senza l’aiuto di collanti o coloranti, fino ad ottenere un bel gomitolo di carta. Questo rappresenta una delle tecniche da utilizzare per il riciclo della carta di giornali, che potrebbe essere utilizzata anche per i più piccini per far capire loro che non va buttato il materiale come la carta ma può essere sfruttato per ottenere degli oggetti come questo, con cui loro stesso potranno giocare.

Nov 13, 2015 - acqua, riciclare    No Comments

L’acqua della pasta non buttatela! Ecco cosa può fare…

L’acqua della pasta non buttatela! Ecco cosa può fare…

Riciclare l’acqua della pasta è un modo per risparmiare e per evitare degli inutili sprechi. Ecco, quindi, 10 metodi per re-impiegarla:
1. Le piante
Si può usare l’acqua delle pasta per innaffiare le piante; ma ciò vale anche per quella che è stata utilizzata per cuocere il riso o le verdure. L’importante è che venga lasciata raffreddare.
2. I capelli
Per rinforzare i capelli non c’è niente di meglio dell’acqua in cui si è cotto il riso, in quanto presenta un alto contenuto di amidi: vi si può ricorrere, quindi, per un impacco da mettere prima dello shampoo.
3. I condimenti
L’acqua della pasta può essere riciclata direttamente in cucina, per esempio per allungare il brodo del risotto o per far cuocere verdure e carni senza olio né burro.
4. I brodi
Anche i brodi di pesce possono trovare un gusto più succulento con l’aggiunta dell’acqua di cottura. L’importante è che ci si ricordi che si tratta di acqua già salata. Meglio non esagerare con il dado, quindi.
5. I piatti
L’acqua di cottura può essere impiegata per lavare le stoviglie: se versata ancora calda nelle pentole e nelle padelle in cui sono presenti delle incrostazioni, favorisce la loro rimozione in un batter d’occhio.
6. Le cotture
Gli chef suggeriscono di adoperare l’acqua della pasta per nuove cotture, magari al vapore: non bisogna fare altro che utilizzare un apposito cestello e scegliere quali ingredienti preparare.
7. Gli impasti
Tutti gli impasti che richiedono l’aggiunta di acqua, come per esempio quelli per la pizza, per il pane o per la pasta fatta in casa, diventano naturalmente più saporiti con l’acqua di cottura della pasta. Da evitare, invece, le torte dolci, visto che si ha a che fare con acqua salata.
8. I souvenir
Perché non realizzare un souvenir con l’acqua di cottura e la pasta di sale? Si tratta di un modo per impiegare il tempo che non costa praticamente niente, visto che la pasta di sale può essere fatta in casa.
9. I pediluvi
L’acqua in cui si è cotto il riso è, come detto, ricca di amidi, ma anche di sali minerali. Proprio per questo motivo la si può utilizzare per dei pediluvi serali in grado di dare sollievo ai piedi doloranti, alle ginocchia stanche e alle gambe gonfie, eventualmente aggiungendo qualche goccia di olio essenziale.
10. I legumi
I legumi che richiedono l’ammollo possono essere messi a bagno nell’acqua di cottura della pasta.
Pagine:«1234567...17»