Browsing "TUTORIAL"
Ago 11, 2017 - fai da te, TUTORIAL    No Comments

USO ALTERNATIVO DELL’ALCOL

 
 
Spruzzate l’alcol su materasso e lasciate asciugare per eliminare gli acari
Se l’ombretto si rompe, spruzzate un po’ di alcol e mescolate con un dito. Nel giro di poche ore sarà come nuovo
Spruzzate l’alcol nelle scarpe per eliminare il cattivo odore
Spruzzatelo sulla suola e successivamente indossate delle calze spesse per allargare le scarpe strette
L’alcol è ottimo per pulire gli occhiali
Aggiungete 10 gocce di olio essenziale a mezza tazza di alcol per ottenere un deodorante per ambienti
L’alcol tiene lontani i moscerini, basta spruzzarne un po’ nell’aria
Immergete nell’alcol un oggetto sporco di colla per eliminarla e farlo smettere di essere appiccicosa
Mescolate tre parti di alcol con una di gel all’aloe vera per ottenere un igienizzante per le mani
L’alcol è molto efficace contro l’herpes
Strofinate l’alcol sui capelli e lasciatelo in posa 2o minuti in caso di pidocchi
Mettete su un batuffolo di cotone alcol e aceto e usatelo per pulire le orecchie al meglio
Immergete spazzole e pennelli nell’alcol per 30 minuti per igienizzarli e pulirli al meglio
Pulite con l’alcol le zone del corpo più soggette a sudorazione per evitare gli aloni sui vestiti
Sfregate dell’acol sulla pelle nelle zone in cui sentite dolori articolari per avere sollievo
Alcol etilico denaturato
Lug 27, 2017 - animali, fai da te, TUTORIAL    No Comments

Un gatto pestifero e piantine grasse

Se anche voi avete un gatto che “tormenta” le piante (ha portato un pezzettino di pianta grassa con tanto di spine nella doccia, non vi dico con che risultato…) vi conviene fare come ho fatto io.
Ho preso un bottiglione di plastica, ho eliminato il fondo e la parte alta del tappo e l’ho infilato nel vaso.
Ora la pianta è protetta, tipo serra, e si può annaffiare dall’alto.
A prova di gatto (spero).
20072017748 20072017749 20072017747

Lug 7, 2017 - lana, maglia, TUTORIAL    No Comments

Ho fatto un esperimento di un punto ai ferri

curva
Sicuramente non ho inventato nulla di nuovo, comunque vi spiego come ho fatto.
La foto è brutta perché il campione è da perfezionare, voi potete aumentare i punti e i numeri dei ferri da fare. Potete continuare ripetendo i moduli e fare un lavoro circolare o alternarli e fare delle onde.
I moduli sono composti da 15 maglie (ovviamente voi potete modificare il numero delle maglie).
1 ferro) 15 maglie a dritto

2) 15 maglie a rovescio

3) 10 maglie a dritto, lasciando sul ferro sinistro 5 maglie senza farle, girare il lavoro

4) Passare una maglia senza farla, 9 maglie a rovescio

5) 5 maglie a dritto, lasciando sul ferro sinistro 10 maglie senza farle, girare il lavoro

6)  Passare una maglia senza farla, 4 maglie a rovescio

7) 15 maglie a rovescio

8) 15 maglie a diritto

9) 10 maglie a rovescio, lasciando sul ferro sinistro 5 maglie senza farle, girare il lavoro

10)  Passare una maglia senza farla, 9 maglie a dritto

11) 5 maglie a rovescio, lasciando sul ferro sinistro 10 maglie senza farle, girare il lavoro

12) Passare una maglia senza farla, 4 maglie a diritto.
Ripetere dal ferro 1 al ferro 12 per fare un lavoro circolare.
Volendo fare un lavoro a onde dopo un numero a piacere di moduli, ottenuta la curva desiderata  non fare il ferro 8 per invertire il lavoro.
Buon lavoro da Strampalaura!

 

 

 

 

Mar 11, 2016 - cotone, gioielli, TUTORIAL, uncinetto    No Comments

bracciale

Bracciale uncinetto cerchi

Oggi creeremo un bel bracciale ad uncinetto. Questo gioiello è formato da anelli bianchi e neri, incatenati tra loro e impreziosito da qualche perla nera.
Punti impiegati: maglia bassa, maglia quintupla e il punto gambero. Utilizzate lo stesso materiale usato per realizzare la collana, impiegando magari il cotone avanzato dei due colori bianco e nero. Questo bracciale si lavora unendo tra loro, a catena 4 anelli neri e 6 anelli bianchi. Vediamo ora anello dopo anello come realizzare al meglio questo bracciale abbinato.

Primo anello: avviare 30 catenelle e chiuderle ad anello con 1 maglia bassissima nella prima catenella. Nel cerchio ottenuto, lavorare nel seguente modo. 1° giro: 1 catenella e 40 maglie basse; chiudere con una maglia bassissima nella catenella d’inizio giro. 2° giro: a punto gambero lavorando 1 punto in ogni maglia bassa del giro precedente. Al termine rompere il filo e affrancarlo.

Secondo anello: si lavora in modo identico al primo anello, ma con il cotone bianco, l’uncinetto numero 1.50 e chiudendo ad anello le 30 catenelle di partenza dopo averle passate all’interno del primo anello.

Terzo anello: come i precedenti, ma con il nero e chiudendo le catenelle dopo averle passate nel secondo anello. Si è conclusa la prima catena. In modo identico, lavorare la seconda catena di 3 anelli.

Anelli bianchi alle estremità: come i precedenti, ma prima di chiudere le 30 catenelle di partenza passarle nell’anello nero di entrambe le catene.

Cucendo una pietra romboidale bloccare questi ultimi anelli agli anelli neri sottostanti e tenuti uniti. Accostare i 2 anelli bianchi centrali e unirli al centro da una perla nera. Su un anello bianco all’estremità cucire il moschettone, tenendolo sotto il giro di maglie basse; all’interno dell’anello bianco opposto, a 0,5 cm della puntata finale, ricamare una barretta per la chiusura; per fare ciò, lanciare 2 volte il filo agganciandolo, ogni volta, alla base delle maglie basse; ricoprire i 2 fili a punto cordoncino.

Pagine:1234567...17»