Browsing "blog life"

Come organizzare una festa creativa e originale per stimolare la fantasia dei più piccoli

1

La scenografia per un party divertente

Senza perderti nella confusione e in problemi inutili, scegli un’area da dedicare alla festa: copri il tavolo con i fogli delle riviste e dei giornali e fissa una dozzina di palloncini colorati intorno.

Attività
Organizza due o tre attività per stimolare la fantasia e la creatività dei bambini. Inizia con qualcosa di semplice per introdurre l’idea. E poi, proponine altre più complesse, magari che li tengano occupati per molto tempo. Se non sono stanchi e hanno ancora voglia di giocare, organizza un’altra attività.

Grande idea
Metti una bacinella d’acqua vicino il tavolo, così i bambini possono lavarsi le mani.
Non dimenticare gli asciugamani!

Accessori per i capelli
Di cosa hai bisogno?
•    Nastri colorati.
•    Glitter con la colla.
•    Colla.
•    Forbici.
•    Mollette.

Come procedere
•    Decidi come decorare le mollette e disponi il materiale necessario a portata di mano.
•    Incolla i nastri sulle mollette.
•    Decora le mollette con i glitter e lascale asciugare.

Girandole
Di cosa hai bisogno?
•    Carta spessa.
•    Righello.
•    Matita e gomma.
•    Forbici.
•    Spilli.
•    Colla.
•    Spinetta di legno.
•    Zirconia.

Come procedere
•    Taglia la carta a forma di un quadrato.
•    Metti la carta su una superficie piana e disegna una linea con la matita che vada da una parte all’altra dei due angoli opposti.
•    Ripeti l’operazione anche con gli altri due angoli.
•    Taglia lungo le linee di ogni angolo fino a circa due centimetri dal centro.
•    Piega i quattro angoli verso il centro e fissa le estremità con l’aiuto degli spilli e spinette di legno.
•    Nascondi il perno, mettendo la zirconia su di esso.

Consiglio
Aggiungi effetti divertenti, colorando il foglio da utilizzare o tagliandolo in parti come i petali di un fiore.

Lineecurve ed il suo post sul riciclo della SETTIMANA EUROPEA PER LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI

Il suo blog con le regole
http://lelineecurve.blogspot.it/2013/11/tante-idee-per-un-riciclo-4-anno.html

e la mia idea riciclona, una delle millemila che ho fatto.

Questa la dedico a Gabriella Lineecurve con affetto, una collana di cartoncino ondulato riciclato (quello dei biscotti per intenderci) e filo ad uncinetto, tutto qui…

Gabriella non chiedermi i biscotti, troppo tardi… 0611201313360.jpg

 

ADORABILE VIDEO, PER ME CHE ADORO TRICOTTARE E CHE SONO UN’ATTIVA PRO TERREMOTATI

LA COPERTA AD UNCINETTO

Paganica (l’Aquila), 7 Aprile 2009.

Maria D’Antuono, 98 anni, trovata viva sotto le macerie della sua casa a 30 ore dal terremoto, ha dichiarato di avere trascorso il tempo lavorando all’uncinetto.

Con il suo esordio nel lungometraggio Into Paradiso, Paola Randi ha vinto la rassegna di Nanni Moretti “Bimbi belli” nel 2011.

 

 http://video.repubblica.it/arcipelagofilmfestival/la-coperta-ad-uncinetto/97827/96209

 

POTEVO MANCARE ALL’APPELLO?

RICICLORICICLOrossa 3.jpgrossa 4.jpgcollana rossa 5.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

SE SI ACCENNA AL RICICLO IO CORRO!

http://lelineecurve.blogspot.com/2011/11/la-settimana-per-la-riduzione-dei.html

1) PRIMA DELLA CURA

2) TAGLIO TAGLIO…

3) MODELLO A CALDO, SENZA SCOTTARMI!

4) IN MODO SUPER TECNOLOGICO PRATICO I FORI

5) UNA GUGLIATA DI LANA, 3 BOTTONI, INFILO…FINITA!

FACILE DA FARE, CORAGGIOSA DA PORTARE

SONO SU DONNA TRENDY !!!

http://hobby.donnatrendy.com/riciclo-creativo-plastica-collane-da-bottiglie/2302/

 

 

Riciclo creativo plastica: collane da bottiglie


Pubblicato il 4/10/2011 in: Bijoux,Riciclare,Riciclare plastica

 
collane create con bottiglie di plastica
 
 
 

Un buon metodo per realizzare oggetti fai da te è il riciclo creativo che ci consente di sfruttare gli oggetti e il materiale che troviamo in casa senza dover andare per negozi.

Avrete forse già sentito parlare di creative che usano la plastica, per realizzare bellissime opere ma, in particolare, è interessantissimo vedere come con la plastica delle bottiglie si possano creare dei bellissimi bijoux.

Prendiamo in questa occasione come esempio le collane realizzate con la plastica delle bottiglie.

Usando la plastica avremo a disposizione una quantità incredibile di materiale, con colori interessanti e tante possibilità di assemblaggio.

Un esempio di riciclo creativo molto interessante e originale è rappresentato dai lavori di Laura Tani in arte Strampalaura che nel suo blog mostra tantissime creazioni degne di nota.

Le collane di Strampalaura sono “creature” uniche che hanno una propria vita, e questo si sente. Sono tutte o quasi realizzate con tecnica mista e sono dei piccoli capolavori da portare al collo.

Noi piccole pasticcione possiamo ispirarci a creative di questo calibro e cercare di trovare il nostro modo di reinterpretare un’idea originale.

Provate allora a tagluzzare una bottiglia e con un pò d’ingegno a realizzare una collana fatta di scaglie di luci trasparenti, oppure create un ciondolo imitando un fiore.

Con un pò di impegno e buona volontà riuscirete a realizzare un piccolo gioiello da legare al collo e da sfoggiare nei giorni di sole o per rallegrare le giornate più uggiose.

Fonti : Fotoblog di Strampalaura

 

 
collane create con bottiglie di plasticacollane create con bottiglie di plasticacollane create con bottiglie di plasticacollane create con bottiglie di plasticacollane create con bottiglie di plastica

 

 

Apr 27, 2010 - blog life    No Comments

HO RICEVUTO UNA MAIL MOLTO INTERESSANTE

EMOZIONI%20DI%20FELICITA'%20Quarzo%20Rosa.jpgABBRACCI%20D'EMOZIONE%20Onice%20Nero.jpgbanner%20namadi1.jpgcornbrdox2.jpg

Ciao cara,
allora, il mio sito  lo trovi QUI.

E ti racconto qualcosa su di lui e su di me…
 

Come vedi è un sito di e-commerce ma al quale ho cercato di donare un’essenza diversa.
Da sempre affascinata e studiosa delle proprietà delle Pietre naturali, ho cercato di fondere il concetto ‘del bello’ al concetto di ‘benessere’.
 
Chissà se ci sto riuscendo  🙂
 

Un ruolo fondamentale nella mia nuova Vita lo ha avuto il mio Terzo Occhio.

Si è aperto e ora, in compagnia degli altri due, è bello sveglio e vigile.
Forse il motivo per il quale vedo cose strane è tutto ‘sto poppò di occhi che ho  😀
 
Scherzi a parte, il Terzo Occhio ha avuto un’importanza fondamentale in questa fase della mia esistenza: in Sanscrito si chiama Ajna che significa “Conoscenza”.

E’ il Chakra che alimenta la vista interiore e l’intuizione… ed è quello che mi si è attivato e che mi ha fatto scoprire questa mia passione.

 

Quando mi sono imbattuta per la prima volta nella parola ”Chakra” avrei desiderato che me lo avessero spiegato più o meno cosi:

il nostro essere è ENERGIA pura, noi stessi siamo fatti di molecole che stanno insieme grazie ad una specie di forza, di energia, tutto è reso possibile dall’energia, anche lo spostamento del diaframma che ci regala il respiro. Il nostro stesso respiro è energia.
Bene.. ma a parte l’energia auto-prodotta dal nostro corpo grazie all’introduzione e poi alla trasformazione del cibo, vale a dire quella che comunemente definiamo “energia”, quella ci permette di alzarci pimpanti alla mattina – perchè a me non succede quasi mai? –  di fare una corsa per prendere l’autobus al volo perchè si è in ritardo – e questo purtroppo invece mi capita già più spesso  🙂 – quella dei modi di dire “uellàààà ma che energia che hai”….
… cos’altro è l’Energia e da dove catturiamo quella necessaria alla Vita?


Ora non vorrei sembrarti troppo esoterica di quanto io non sia realmente (perchè non lo sono affatto) dicendoti questo, poichè è molto più banale di quanto sembra: la riceviamo dal Cosmo e dalla Natura.
O meglio, la risucchiamo.
L’energia che esiste attorno a noi (che viene creata dalla trasformazione e dalla combinazione degli elementi base che sono Aria, Acqua, Fuoco e Terra) viene incanalata dentro di noi attraverso i Chakra.
Io me li immagino un po’ come delle aperture posizionate all’altezza di alcuni punti lungo il perimetro e l’asse del nostro corpo, attraverso le quali si crea un vortice di energia…. vvvrrrrrrr ….. da fuori a dentro!!! vvvrrrr!!! 
Energia che entra in noi per vivificarci, tonificarci, rinvigorirci.

Insomma… come le sapienti mani di un’estetista.
 
Il Terzo Occhio, che a dispetto del nome equivale al VI° Chakra, è la sede in cui si produce l’energia necessaria per realizzare i nostri desideri.

E il progetto nāmādi era il desiderio del mio compagno ed il mio.

 
Ma veniamo alle nostre Pietre, uno dei regali più audaci che Madre Natura ci ha offerto. Offerto sì ma purtroppo non c’erano le istruzioni allegate 🙂
Quindi la conoscenza delle Pietre è frutto di tante cose assieme ma sopratutto di “sentimento” inteso come capacità emozionale di SENTIRE, di rimanere in ascolto ed entrare in SINTONIA con esse e con la natura tutta.

nāmādi – Pietre che vivono: sappiamo che le Pietre da sempre affascinano l’essere umano e ne attirano l’attenzione poichè sono espressione dell’energia generatrice della Terra, quell’energia profonda che Madre Terra offre per aiutarci a ritrovare armonia e benessere.
Noi abbiamo aggiunto ai nostri Gioielli le virtù delle Pietre che, ispirandosi alle proprietà cristalloterapiche, possono concorrere a stimolare la giusta armonia di chi le indossa.
Lo stile nāmādi reinterpreta il rapporto tra donna e gioiello come qualcosa di più profondo: un legame intenso che si viene a creare non soltanto per una motivazione puramente estetica, ma generato dal richiamo energetico che le Pietre esercitano su di noi nell’esatto momento in cui le si ammira, le si “sente” o, come piace dire a noi, le si indossa completa…mente.
 
Che si tratti di una Collana, di un Bracciale e di Orecchini, nāmādi diventa il frutto di una scelta che lega insieme – indissolubilmente – esigenze estetiche e mentali; diviene estensione della propria personalità, di una scelta esteriore e, insieme, di attenzione verso se stessi.
Incrocio di energie positive e rassicuranti, il monile nāmādi che monta Pietre cariche di energia vivificante, è il compagno inseparabile che dona il piacere di esibire un Gioiello in sintonia con il proprio tuo stile e anche con la nostra parte più vera.
 
Ho imparato molte cose delle Pietre e dalle Pietre, ad esempio che hanno la capacità di influenzare l’attività dei nostri Chakra. 
Ogni Pietra è associata ad un Chakra e, ovviamente data la numerosità delle Pietre esistenti, sappiamo che su ogni Chakra possono influire positivamente molte tipologie di Pietra.
Ecco perchè è molto importante cercare di determinare quale sia il Chakra “più bisognoso” in un determinato periodo della propria vita, ma altrettanto importante scoprire quale sia la Pietra o le Pietre adatte a se stessi, dato che ogni Pietra ha le proprie ed uniche virtù.

A brevissimo sul nostro sito inseriremo una sezione ad hoc dedicata ai Clienti che vorranno approfondire la relazione tra Pietra scelta – ossia della Pietra da cui ci si è fatti scegliere, poichè sono loro che scelgono noi –  e le correlazioni energetiche della persona.
Oppure ancora, per chiarire quali virtù nasconde un monile che giace da tempo in un cassetto o per donare un consiglio su quale sia la Pietra giusta da regalare all’amica in una determinata occasione (matrimonio, esame, colloquio di lavoro, …).


Un bacio
Elena

Dic 18, 2009 - blog life    5 Comments

BENVENUTI NELLA MIA CASETTA VIRTUALE!

2.png

A TUTTI VOI AUGURO DI CUORE

 

BUON NATALE

E FELICE ANNO NUOVO

MERRY CHRISTMAS AND HAPPY NEW YEAR

FROHE WEIHNACHTEN UND EIN GUTES JAHR

JOYEUX NOEL ET BONNE ANNE’E

FELIZ NAVIDAD Y PROSPERO ANO NUEVO

PRETTIGE KERSTDAGEN EN EEN GELUKKIG NIEUWJAAR

GOD IUL OCH GOTT NYTT AR

1.jpg

Pagine:123»